Da “semplice a complesso” e in modo cronologico

2) Da semplice a complesso

Quando il destinatario è un lettore non esperto, un buon modo di organizzare il testo è la sequenza “da semplice a complesso”, cioè partendo dalle informazioni più semplici per poi passare a quelle più difficili. Di solito questa struttura si usa nei manuali: come dipingere un quadro, come interpretare i dati di borsa e così via.

ESEMPIO DI MANUALE DI UNA SCUOLA DI FORMAZIONE CHE INSEGNA AD INVESTIRE IN BORSA

Per iniziare ad investire in borsa da casa tua hai bisogno di 3 cose:

  1. Un computer collegato a Internet;
  2. Un po’ di soldi da investire;
  3. L’accesso ad una piattaforma di Trading online.

1. Procurarsi un collegamento ad Internet (…)

3) Cronologia

La struttura cronologica descrive l’evoluzione degli eventi in modo temporale.
È l’ideale per scrivere testi in cui le azioni seguono un criterio sequenziale: pensa a un manuale per far funzionare un lettore DVD, a un resoconto di come si sono svolti degli eventi, un’analisi sull’andamento della produzione negli ultimi tre mesi, o, ancora, a un testo che descrive gli aggiornamenti di un software e così via.

ESEMPIO

Testo di un manuale per l’uso di un lettore DVD:

  1. Premi ESC per aprire il cassetto Porta DVD;
  2. Inserisci il DVD nel vano porta CD;
  3. Premi Play e il cassetto porta DVD si chiuderà;
  4. Aspetta che l’immagine compaia sullo schermo.

La scrittura cronologica richiede un’analisi approfondita di come si sono svolti gli avvenimenti, o nel caso dei manuali, di come dovranno svolgersi. Per alcuni tipi di manuali (macchinari pericolosi, apparati medici), la correttezza delle informazioni e il rispetto della giusta cronologia sono fondamentali. Con l’organizzazione cronologica del testo è fondamentale avere un’idea chiara di come il testo deve evolvere. Pensare prima di scrivere è fondamentale, ma poi è molto più semplice andare avanti.

Ricordati di noi!