La tecnica delle 5W

La regola delle 5W: chi, cosa, come, quando, perché?

La tecnica delle 5W è di diretta derivazione giornalistica di stampo anglosassone. 5W deriva dalle iniziali Who, What, When, Where, Why, che in italiano stanno per Chi, Cosa, Quando, Dove, Perché. Secondo la tradizione giornalistica anglosassone, un giornalista deve prima di tutto rispondere a queste cinque domande. Solo dopo aver fornito al lettore questi dati fondamentali potrà approfondire.

Sembra una tecnica facile e non particolarmente creativa: ma non è così. La tecnica delle 5W può essere usata su livelli molteplici, ed è molto utile per generare idee e per dare ordine a un argomento confuso o su cui non conosci molto.

La regola delle 5W nel giornalismo

Non si sa se sia una leggenda o verità, ma gira una storiella nel mondo del giornalismo. Quella del praticante, che al primo colloquio si sente dire dal direttore del giornale: “Devi solo scrivere Chi, Cosa, Dove, Quando e Perché. Se vuoi mettere un aggettivo, chiedimi il permesso“.

Per fortuna, non tutti i giornalisti rispettano questa regola, altrimenti i giornali italiani sarebbero molto più noiosi di quanto non lo siano già!

Però è vero che rispettare la regola delle 5W introducendo un articolo, una presentazione aziendale, una brochure, un servizio televisivo e così via, serve a dare al lettore tutte le informazioni di cui ha bisogno subito, senza portargli via il tempo. Se ne ha voglia, ascolterà l’approfondimento che segue. Anche se da molti è considerata una regola che mortifica la creatività, la tecnica delle 5W può essere usata ritagliandosi ampi spazi di libertà e con risultati interessanti.

La regola delle 5W per iniziare a scrivere

Tra le tecniche usate per superare il blocco dello scrittore, la tecnica delle 5W è quella con l’approccio più razionale. Bisogna sedersi e analizzare il fenomeno su cui si deve scrivere, e creare una specie di “presentazione dei protagonisti della storia”. Ecco, a titolo d’esempio, alcune domande che puoi porti prima di iniziare a scrivere.

Chi?

Chi sono i protagonisti? C’è un protagonista principale? Ce n’è uno secondario?

Cosa?

Qual è l’oggetto dell’argomento? Quali i suoi elementi fondamentali?

Dove?

C’è un luogo specifico in cui si svolge l’attività oggetto del testo? Da dove nasce il problema di cui tratta il testo?

Quando?

In quale tempo è localizzato l’oggetto del tema? Passato, presente, futuro? Se e quando ha cominciato a svilupparsi?

Perché?

Qual è la causa per cui l’oggetto del testo compie o subisce un’azione? Ci sono cause principali e secondarie?

La regola delle 5W è ideale quando abbiamo già a disposizione materiale sul tema di cui dobbiamo scrivere, e vogliamo selezionare soltanto le informazioni utili.

La selezione e l’organizzazione delle informazioni, infatti, sono presupposti fondamentali per ottenere una scrittura efficace. Vediamo come.

Ricordati di noi!