Consigli per scrivere la prima versione

Segui l’indice che hai elaborato

Il modo più semplice per iniziare a scrivere è sviluppare ogni singola voce del tuo indice. Organizza tutto per cartelle in modo da poter ripescare le informazioni velocemente, senza dover iniziare ogni volta il lavoro da capo.

Applica alle varie voci dell’indice che hai preparato le tecniche che abbiamo descritto nella prima parte (freewriting, freewriting diretto, 5w, cubing e listing).

Dividi la stesura in più parti

È difficile tenere sotto controllo tutto il materiale per una relazione di poche pagine, figurati cosa può accadere nella tua testa se cerchi di fare la stesura di un testo di 300 pagine! Rischi la paralisi della tua capacità di scrivere. Quindi segui i consigli della prima parte di questa lezione e dividi il tuo indice in più sezioni o sottosezioni. Poi lavora su una cosa per volta.

Lascia stare l’introduzione

L’introduzione è il punto del testo in cui si bloccano quasi tutti i non esperti. È normale: come fai a scrivere l’introduzione di qualcosa che non hai ancora cominciato?

Concentrandoti troppo sull’introduzione corri il rischio di provarne decine, senza mai riuscire a capire quale sia quella giusta. È un’attività improduttiva, che comporta perdita di tempo.

Inizia da qualsiasi parte, lascia fluire le parole e non curarti della forma. La prima stesura ha solo l’obiettivo di creare un testo provvisorio su cui lavorare di fino in fase di revisione finale.

Se manca qualcosa, prendi nota e non fermarti

Durante la stesura della prima versione ti accorgerai che non hai tutto il materiale che ti serve. A questo punto puoi fare due cose:

  1. Inserire una nota vicino al testo (trovare specifiche tecniche prodotto x);
  2. Interrompere la prima stesura per trovare ulteriore materiale.

Il nostro consiglio è di non interrompere il lavoro ma di annotare tutti i materiali mancanti. Meglio sempre tenere distinta la fase della ricerca delle informazioni da quella di stesura. Quando avrai una lista di informazioni che mancano, potrai dedicare di nuovo del tempo alla fase di ricerca.

Scrivi come ti piace

Oggi si scrive quasi sempre con il PC, ma se ami scrivere con la penna o la matita, usando fogli sciolti o quaderni, fallo. La prima stesura può essere molto stancante e stressante: quindi, più sei a tuo agio, più tutto diventa semplice.

Non provare a fare una prima versione perfetta

Se parti pensando di dover scrivere una prima versione perfetta, stai andando dritto verso il blocco dello scrittore. Se invece assumi che dovrai rivedere il testo molte volte, la tua scrittura sarà molto più libera e veloce.

Scrivi seguendo le tue esigenze

Non devi per forza seguire un ordine preciso come per i temi di scuola. Inizia dalla parte del testo che ti è più semplice. Puoi scrivere le conclusioni e poi passare al corpo centrale lasciando per ultima l’introduzione.

Non preoccuparti degli errori

Non importa che il tuo testo sia pieno di errori, accenti sbagliati e congiuntivi sballati. Avrai tempo in abbondanza per eliminarli tutti.

Se ti blocchi, ricomincia

Se hai difficoltà a proseguire, rileggi l’indice e il materiale che hai raccolto. Ci sarà sicuramente qualche spunto da cui ripartire. Se non accade, lascia stare la sezione su cui stai scrivendo e lavora su un’altra parte del testo.

Scrivi velocemente

Lascia scorrere i pensieri e mettili su carta. Non cercare di correggere e non curarti della forma. Usa abbreviazioni e sigle per scrivere ancora più velocemente. Se ti sfugge qualche parola, lascia lo spazio bianco o inserisci dei punti interrogativi. La recupererai facilmente dopo.

Datti un tempo limite

Può essere una buona idea assegnare un tempo da dedicare alla prima stesura. Questo ti costringe a lavorare velocemente obbligandoti a lasciar stare tutte le attività accessorie.

Puoi fissare un tempo limite totale (12 ore di lavoro per la lettera) oppure dividere il tempo totale per le diverse sezioni dell’indice. (3 ore conclusioni, 3 ore corpo centrale, 5 ore introduzione, 1 ora contatti).

Elimina le distrazioni

Non è facile fare a meno di Facebook, Twitter, la posta elettronica, il telefonino e così via, ma la prima stesura non è il momento adatto per le distrazioni. Anche se dedichi pochi secondi ad ognuno di questi strumenti, perdi molti minuti (ore) in una giornata; ma, soprattutto perde il filo dei pensieri. Chiudi tutto per il tempo necessario alla prima stesura: se ti sembra difficile, pensa che in fondo abbiamo vissuto migliaia di anni senza questi strumenti.

Non essere troppo critico

Durante la prima stesura non sai se quello che hai scritto ti sarà utile, ma non per questo devi evitare di scrivere perché credi che il testo sia “fuori tema”. Questa scelta, oltre a rischiare di bloccarti, può anche portarti a non scrivere o eliminare pezzi di testo che forse potevano esserti utili. Non avere fretta di tagliare: se qualcosa non ti serve, potrai sempre eliminarlo in seguito.

Ricomincia da capo

Dopo questa prima stesura fai una rilettura molto critica. Dove mancano le informazioni? Come puoi completarle?

Controlla se hai trattato tutte le voci del tuo indice e se ogni singola sezione è sviluppata in modo esauriente. Se ritieni che ci sia qualcosa da aggiungere, ricomincia da capo seguendo i consigli di questo capitolo.

Se hai seguito bene questi consigli, la prima stesura del tuo testo sarà semplicemente orrenda. Può sembrare strano, ma vuol dire che hai fatto un ottimo lavoro!

Come trasformare questo in un testo decente lo vedremo nella prossima sezione dedicata alla revisione.

Condividi