Il destinatario della comunicazione scritta

A chi stai scrivendo?

Quando ti sarà chiaro l’obiettivo del tuo testo potrai iniziare a pensare come raggiungere il destinatario in modo efficace.

Per comprendere a chi stai scrivendo, considera due elementi:

  • Chi è il destinatario;
  • Quale livello di informazioni ha sull’oggetto della comunicazione.

Conoscere il destinatario: il tuo primo obiettivo

Brochure infarcite di termini tecnici comprensibili soltanto agli addetti ai lavori. Istruzioni per far funzionare un DVD piene di espressioni in inglese. Pagine web in cui le informazioni utili sono nascoste o sovrastate da “Esperienza e professionalità”, “Consulenza a 360°”, “Migliori tecnologie disponibili”.

Possono sembrare errori legati all’incapacità di chi scrive di usare un linguaggio accessibile a tutti, ma non è così. Molti di questi testi sono perfetti per scelta di stile, tono e grammatica ma hanno un solo, grande difetto: chi scrive ha sbagliato il destinatario, o meglio, non ha capito quali sono le esigenze del suo pubblico.

Non è una cosa da poco: una comunicazione che parla a un pubblico sbagliato può avere diversi risultati. Nel migliore dei casi è inefficace; nel peggiore, provoca effetti negativi, danneggiando l’immagine di chi scrive.

Questa parte di lezione ti insegnerà come evitare questo errore.

Ricordati di noi!